MODULO DI RICHIESTA INTERVENTO
CON STUDIO LEGALE CONVENZIONATO
per sollecito crediti

ATTENZIONE: il servizio e' RISERVATO ai Soci TAU Visual 

 

Per procedere alla richiesta di intervento dello Studio legale convenzionato con Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU Visual al recupero dei tuoi giusti crediti, occorre che tu fornisca le informazioni complete e precise su cui poter lavorare, e che conferisca mandato allo Studio legale di agire in tuo nome e per conto.


STEP UNO - CONTROLLA CHE CI SIA TUTTO, PRIMA DI PARTIRE

Innanzitutto, controlla la sussistenza del debito (se mancano questi elementi non e' possibile procedere)

Occorre che esista prova del fatto che il cliente ha richiesto il lavoro (e' sufficiente che abbia fatto uso delle immagini per una pubblicazione qualsiasi, oppure che ci sia un documento di trasporto od un buono di consegna delle foto, oppure - meglio ancora - che esista una copia-commissione, un preventivo accettato, una proposta anche se non controfirmata ma a cui e' seguito il tacito benestare del cliente)

Occorre che il debito sia correttamente descritto fiscalmente - fattura - e questa sia stata trascritta nei libri contabili.

Occorre che tu abbia chiara e piena conoscenza di chi sia il debitore (ad esempio, quindi, che non si tratti di una richiesta telefonica giunta da un cliente che non conosci, senza avere referenti precisi...). Se si tratta di una societa' di persone (Snc, sas) occorre che tu indichi chi di loro e' il responsabile.
Se non lo sai, puoi fare una rapida "visura" gratuitamente dagli archivi di tutte le camere di commercio italiane, accedendo da http://www.infoimprese.it/

Occorre che il cliente non abbia ufficialmente e validamente contestato per iscritto l'esistenza stessa del debito (in questo caso, il problema puņ divenire una causa civile per inadempimento contrattuale, e NON si tratta piu' di un semplice sollecito di crediti).

STEP DUE - OCCORRE CHE CI SIA STATA UNA TUA RACCOMANDATA AL CLIENTE

Se hai "passato" il primo punto, occorre che tu dia una possibilita' reale e legalmente valida al tuo cliente di onorare il suo debito; se anche tu avessi sollecitato cento volte telefonicamente e mai per iscritto, e' come se il tuo sollecito non fosse mai stato fatto.
Devi quindi formalizzare la richiesta spedendo al cliente - con raccomandata con Avviso di Ricevimento, una richiesta di saldo. Se hai gia' fatto una raccomandata di questo genere, e il cliente non ha risposto, salta pure allo "STEP TRE".
Se invece hai sempre sollecitoto per telefono o fax (niente raccomandata) devi prima provvedere. Usa pure la bozza di lettera (ovviamente adattata al tuo caso) che ti abbiamo fatto avere - se non la ritrovi, stampala dalla zona riservata ai soci del sito 
(cioe' da qui: http://www.fotografi.tv/contents.php?sz=3 )

STEP TRE - SI PARTE: FORNISCI I DATI NECESSARI

Se hai gia' inviato la tua raccomandata, e la data indicata in quella lettera e' trascorsa senza che il cliente facesse nulla, allora si passa alla fase di reale intervento.

Questo modulo verra' controllato dalla Sede e - se proveniente da un Socio in regola - trasmesso allo studio legale* convenzionato per partire con l'intervento stragiudiziale. 


Innanzitutto, confermaci di avere inteso bene come funzione il servizio: puoi chiedere l'intervento in convenzione (e quindi senza pagare nulla) solo per i lavori che il cliente non sta pagando, ma CHE NON SIANO STATI CONTESTATI da lui. Se esiste una contestazione del lavoro, o del debito (valida o non valida che sia la contestazione), non si tratta piu' di un sollecito dei crediti, ma di un contenzioso; in questo caso, l'intervento non rientra nella convenzione, e quindi non usare questo form.

(metti qui il segno di spunta -->   Si, ho inteso che deve trattarsi di crediti relativi a lavori non contestati dal cliente)


a) CHI DEVE PRENDERE I SOLDI: Indica tutti i tuoi dati fiscali (ragione sociale corretta, nominativo del legale rappresentante, indirizzo, dati fiscali, recapiti telefonici e fax)

nome del socio TAU Visual (il creditore)

recapito email del socio (controlla che sia trascritto correttamente!)

se diverso, nome del responsabile della tua impresa. Se il legale rappresentante sei tu, lascia la scritta "idem"

Esatta ragione sociale della tua ditta (cioe', come e' registrata all'ufficio IVA o/e CCIAA)

la tua partita iva (la partita iva con cui hai fatto la fattura che non e' stata pagata)

il tuo indirizzo completo (indirizzo - cap - citta')

i recapiti telefonici


b) CHI DEVE DARTI DEI SOLDI: Indica tutti i corretti dati fiscali del debitore; ragione sociale ESATTA, nominativo del legale rappresentante, indirizzo, dati fiscali completi di partita IVA, recapiti telefonici e fax, e se conosciuto ed esistente, il numero di regisrazione alla camera di commercio.

Esatta ragione sociale della ditta che ti deve denaro (cioe', come e' registrata CCIAA - se hai dubbi, controlla a: www.infoimprese.it )

la partita iva del cliente (della ditta che ti deve i soldi)

il nome del loro responsabile - legale rappresentante - se hai dubbi, controlla a: www.infoimprese.it

il loro indirizzo completo (indirizzo - cap - citta')

i loro recapiti telefonici

il fax del debitore

se hai una loro carta intestata, puoi trovare ed indicare il loro numero di registro imprese


c) QUALI CREDITI SI STANNO RECUPERANDO Indica data e numero della / delle fattura/e delle quali si chiede il saldo, ed importi relativi

prima fattura  (numero e data)

prima fattura (importo totale in euro, iva compresa)


(eventuale) seconda fattura  (numero e data)

seconda fattura (importo totale in euro, iva compresa)


(eventuale) terza fattura  (numero e data)

terza fattura (importo totale in euro, iva compresa)


d) LA RACCOMANDATA - o email certificata - CON CUI HAI GIA' SOLLECITATO Conferma la data ultima di pagamento, che avevi indicato nella tua raccomandata di ultimo sollecito (quella descritta allo "step" precedente)

Data ultima di pagamento indicata nella raccomandata di sollecito (od email certificata) che hai inviato tu, prima di ricorrere al servizio di sollecito (in pratica: la data - trascorsa inutilmente - a cui il cliente avrebbe dovuto pagarti, a seguito del tuo sollecito scritto)


e) ALTRE NOTE UTILI  Indica brevemente, se ci sono, le note aggiuntive che ritieni utili (ad esempio: esisteva contratto firmato; oppure, il cliente ha fatto uso delle immagini in questione, senza provvedere al saldo, per i seguenti impieghi pubblici <riviste, manifesti, catalogo, eccetera>) 


STEP QUATTRO 

CONFERMA IL TUTTO, DANDO COSI' INCARICO A PROCEDERE:

Per confermare ora il mandato allo studio Legale perche' possano agire in nome e per conto, occorre che tu finisca di compilare questo modulo e poi STAMPI E SPEDISCA PER POSTA (occorre firmata in originale) la lettera di procura, che troverai nella pagina che si apre a conferma dell'invio del modulo. Occorre stampare la lettera di procura cosi' com'e', SENZA TRASFERIRLA SU CARTA INTESTATA .
Le condizioni sono quelle indicate nella comunicazione della convenzione, e cioe':

1) Se il cliente sa di avere torto e paga, sia capitale ed interessi, che le spese legali: l'operazione di sollecito non ti costa assolutamente nulla. Il compenso per lo studio legale, infatti, viene fatto gravare completamente sul debitore in mora.
2) Se il cliente sa di avere torto, paga il capitale ma si rifiuta di pagare le spese legali. Anche in questo caso non dovrai nulla allo studio, che si riserva la facolta' di imporre per vie legali al tuo cliente moroso il pagamento della parcella. Stessa cosa se il cliente non paga gli interessi: se si tratta di un importo degno di considerazione, lo studio si riserva la facolta' di obbligare legalmente il tuo debitore al pagamento. Anche in questo caso non occorre che tu faccia nulla, ne' ti verra' chiesto alcun pagamento.
3) Se il cliente non paga (perche' versa in condizioni disperate, o e' in malafede); lo studio legale ti contatta segnalandoti tempi e costi per un'eventuale azione. Tu a questo punto sei libero di decidere di lasciare tutto (e non ti e' costato nulla, perche' non devi nulla allo studio legale) oppure di avviare il decreto ingiuntivo o altra pratica che concorderete assieme (concordando anche fondo spese e parcella). In quest'ultimo caso, il rapporto fra voi e lo studio legale NON e' in convenzione.

Conferisco mandato allo studio legale incaricato dall'Associazione Nazionale Fotografi Professionisti) di agire in mio nome e per mio conto nel sollecito crediti su descritto, ed autorizzo il trattamento dei dati trasmessi. A questo fine, provvedo a stampare, firmare e spedire per posta - in originale - la lettera di procura alle liti che trovo nella pagina di conferma che si aprira' inviando questo modulo.

Per autenticare la provenienza della richiesta, indico inoltre:

la mia data di nascita (data nascita del Socio): 

il mio codice socio (16 cifre, riportato sulla tessera):


(cliccare una sola volta ed attendere qualche secondo - da 5 a 20 - per la conferma)